Supporto Sharebot Q

Rimuovere l’imballaggio di Sharebot Q

Sharebot Q viene spedita all’interno di una cassa su bancale pertanto si consiglia la massima attenzione e cura nelle operazioni di scarico e rimozione dell’imballo.

Smontare la cassa in legno e rimuovere le protezioni interne. Aprire le ante superiori e posteriori e rimuovere gli imballi interni, sbloccando l’estrusore e inserendo la presa di corrente del piatto di stampa.
NB
Si consiglia di non buttare l’imballo originale: potrebbe essere riutilizzato per future spedizioni.

Installazione ed avvio della stampa

Una volta rimosso l’imballaggio di Sharebot Q si può procedere all’installazione della stampante.

Materiale di stampa
Sharebot Q è dotata di un sistema porta-bobine integrato che permette un duplice alloggiamento per il materiale di stampa: il primo è posto esteriormente alla stampante, situato sul lato sinistro della stessa (guardando frontalmente la macchina), compatibile con bobine da 750g; il secondo invece è posizionato nel vano inferiore della stampante, sempre sul lato sinistro, compatibile anche con le speciali bobine di PLA-S Sharebot da 2.2kg.

Caricamento bobina inferiore
Per caricare la bobina inferiore è necessario, avviando un cambio filamento attraverso il touch screen di Sharebot Q, inserire il filamento all’interno della guida (la cui estremità in corrispondenza dell’estrusore va rimossa dal suo alloggiamento) in teflon che dal vano porta il materiale all’interno dell’estrusore.

Si consiglia di aiutare il trascinamento del filamento continuando a spingere il filamento all’interno della guida fino a che non si vedrà l’estremità dello stesso fuoriuscire dall’estremità della guida. Inserire il filamento dell’estrusore, seguendo le indicazioni presenti sul display e inserire la guida all’interno del suo alloggiamento.

Questa operazione viene facilitata dal sistema a doppio trascinamento di materiale della stampante.

Caricamento bobina superiore
Per caricare la bobina superiore è necessario, sempre selezionando l’opzione “cambio filamento” dal menù tramite touch screen, rimuovere la guida in teflon e inserire il filamento all’interno dello spintore (posto in prossimità della bobina), assicurandosi, come nel caso precedente, che esso fuoriesca dalla guida (rimossa dal proprio alloggiamento).

A questo punto seguire le istruzioni fornite dal display, caricare il filamento nell’estrusore e richiudere la guida.

Avvio della stampa
Per avviare la stampa l’utente può scegliere il file sia attraverso una chiavetta USB oppure attraverso la memoria interna della stampante.

  • Per la stampa tramite USB:
  • Inserire la chiavetta
  • Accedere al menù tramite l’icona con logo Sharebot
  • Selezionare l’icona Sharebot Q
  • File from USB Key

Si accede alla lista di file caricati, quindi selezionare il file preferito.

La sezione del menu “File from Memory” è dedicata ai file caricati tramite la gestione da remoto di Sharebot Q (v. sezione).

Il piano di stampa: autoregolazione

Come funziona
Il probe nel processo di stampa standard di Sharebot Q effettua un test di livellamento del piano per controllare che la distanza tra l’estrusore e il piatto sia costante in ogni punto. Il posizionamento del piano alla distanza minima rilevata dal Probe è definita posizione HOME Z alta.

Autoregolazione
La procedura viene eseguita prima di ogni processo di stampa ed è basata sulla lettura della distanza fatta dal Probe. La lettura imposta una regolazione automatica della posizione sull’asse Z del piano, compensando eventuali abbassamenti. Questa procedura evita qualsiasi intervento manuale di calibrazione da parte dell’operatore.

Inclinazione del piano e sistema di compensazione.
Se il piano di stampa si inclina dopo un utilizzo intensivo della macchina, ovvero non è più equidistante in ogni suo punto dall’estrusore, viene attivato un sistema di compensazione costante che regola la posizione del piano (asse Z) durante tutto il processo di stampa, ad ogni livello di lavorazione.

Il sistema di compensazione è basato sulla lettura su più punti del piano effettua ad inizio lavorazione dal Probe. L’effetto visibile della compensazione è un movimento del piano di stampa sull’asse Z durante il movimento del corpo estrusore nelle direzioni X e Y.

Easy detach System

Per un corretto utilizzo di Easy Detach System, si consiglia di aspettare che la temperatura del piano di stampa scenda sotto i 30°C prima di rimuovere il piano magnetico dalla stampante ed il modello dal piano.

Sostituzione

Come il sistema di ugelli intercambiabili, anche il piano magnetico “Easy Detach System” può essere sostituito sia per usura sia per stampare materiali differenti. In caso di sostituzione è necessario seguire questa procedura:

  • Misura con un calibro lo spessore del piano magnetico in uso.
  • Misura con un calibro lo spessore del nuovo piano magnetico.
  • Se il nuovo piano ha spessore diverso calcola la differenza
  • Seleziona il menù impostazioni (rappresentato da un ingranaggio), scorri in basso con la freccia e seleziona “configuration”; seleziona ora “offset probe”
  • Inserisci il valore calcolato maggiorato di un margine di sicurezza di 0.2mm
  • Lancia una stampa di prova e verifica la deposizione di materiale durante il primo layer
  • Se necessario ottimizza il valore di “offset probe” aggiungendo o diminuendo il valore di massimo 0.1mm alla volta.

Una completa prospettiva su “Easy Detach System“, il suo utilizzo e le sue caratteristiche è disponibile sul nostro blog.

Sharebox
3D

Configurazione di Sharebox3D

Per utilizzare la gestione da remoto è necessario configurare la stampante in rete. Una volta configurata, dal proprio device (smartphone, tablet o pc) si accederà all’interfaccia di gestione della stampante. Sharebox3D è dotata di un sistema ad accesso protetto tramite login e password: le credenziali sono state preimpostate dai nostri tecnici ed è possibile cambiarle una volta effettuato il primo accesso

Username: admin
Password: Sharebot (con la S maiuscola)

All’interno di Sharebox3D è possibile trovare:

  • Dashboard, per il monitoraggio dei parametri e del processo di stampa tramite webcam,
  • File Manager, per il caricamento dei file Gcode e il lancio del processo di stampa.
  • Notification, un sistema di notifiche via email con cui l’utente viene informato riguardo il funzionamento della stampante.
  • Wifi configuration, dotandosi di chiavetta WIFI (compatibili: Realtek RTL8188EU o Realtek RTL8192CU) è possibile utilizzare la stampante con connessione wireless.

Ugelli
intercambiabili

Funzionalita’
Sharebot Q può utilizzare ugelli di diverso diametro (0.4 montato di serie e 0.8) intercambiabili tra loro.

Sostituzione
ATTENZIONE : SOSTITUENDO L’UGELLO SI MODIFICA INEVITABILMENTE LA DISTANZA PROBE-UGELLO ED QUINDI CONSIGLIABILE AUMENTARE L’OFFSET PROBE DAL MENÙ PER EVITARE DANNI E TOGLIERE IL PIANO MAGNETICO.
L’ugello va sostituito senza il filo al suo interno e da freddo.

Per rimuovere l’ugello pre-assemblato, utilizzare la chiave in dotazione, svitando in senso antiorario. Utilizzare una chiave da 17mm per bloccare la parte riscaldante in ottone (posta immediatamente sopra all’ugello) in modo che non vada a toccare i cavi presenti.

A questo è possibile montare il nuovo ugello, sempre facendo attenzione a non toccare i cavi, tenendo fissata la parte in ottone. Si consiglia di utilizzare come riferimento il logo Sharebot: esso dovrà sempre essere sulla destra.

Prima di avviare il successivo processo di stampa, si consiglia di aumentare l’offset probe di almeno +0.5.