Proudly made in Brianza with ❤

Supporto: Sharebot 42


NB
Si consiglia di non buttare l’imballo originale: potrebbe essere riutilizzato per future spedizioni.

Come funziona

Il probe nel processo di stampa standard di Sharebot 42 effettua un test di livellamento del piano per controllare che la distanza tra l’estrusore e il piatto sia costante in ogni punto. Il posizionamento del piano alla distanza minima rilevata dal Probe è definita posizione HOME Z alta.

 

Autoregolazione

La procedura viene eseguita prima di ogni processo di stampa ed è basata sulla lettura della distanza fatta dal Probe. La lettura imposta una regolazione automatica della posizione sull’asse Z del piano, compensando eventuali abbassamenti. Questa procedura evita qualsiasi intervento manuale di calibrazione da parte dell’operatore.

 

Inclinazione del piano e sistema di compensazione.

Se il piano di stampa si inclina dopo un utilizzo intensivo della macchina, ovvero non è più equidistante in ogni suo punto dall’estrusore, viene attivato un sistema di compensazione costante che regola la posizione del piano (asse Z) durante tutto il processo di stampa, ad ogni livello di lavorazione.

Il sistema di compensazione è basato sulla lettura su più punti del piano effettua ad inizio lavorazione dal Probe. L’effetto visibile della compensazione è un movimento del piano di stampa sull’asse Z (rotazione della vite senza fine centrale) durante il movimento del corpo estrusore nelle direzioni X e Y.

Utilizzo

Per un corretto utilizzo di Easy Detach System, si consiglia di aspettare che la temperatura del piano di stampa scenda sotto i 30°C prima di rimuovere il piano magnetico dalla stampante ed il modello dal piano.


Sostituzione

Come il sistema di ugelli intercambiabili, anche il piano magnetico “Easy Detach System” può essere sostituito sia per usura sia per stampare materiali differenti. In caso di sostituzione è necessario seguire questa procedura:

  • Misura con un calibro lo spessore del piano magnetico in uso.
  • Misura con un calibro lo spessore del nuovo piano magnetico.
  • Se il nuovo piano ha spessore diverso calcola la differenza
  • Seleziona il menù impostazioni (rappresentato da un ingranaggio), scorri in basso con la freccia e seleziona “configuration”; seleziona ora “offset probe”
  • Inserisci il valore calcolato maggiorato di un margine di sicurezza di 0.2mm
  • Lancia una stampa di prova e verifica la deposizione di materiale durante il primo layer
  • Se necessario ottimizza il valore di “offset probe” aggiungendo o diminuendo il valore di massimo 0.1mm alla volta.

Una completa prospettiva su “Easy Detach System“, il suo utilizzo e le sue caratteristiche è disponibile sul nostro blog.

 

 

Configurazione di Sharebox3D

Per utilizzare la gestione da remoto è necessario configurare la stampante in rete seguendo le istruzioni presenti nel Manuale di Sharebot 42.

Una volta configurata, dal proprio device (smartphone, tablet o pc) si accederà all’interfaccia di gestione della stampante. Sharebox3D è dotata di un sistema ad accesso protetto tramite login e password: le credenziali sono state preimpostate dai nostri tecnici ed è possibile cambiarle una volta effettuato il primo accesso

Username: admin
Password: Sharebot (con la S maiuscola)

All’interno di Sharebox3D è possibile trovare:

  • Dashboard, per il monitoraggio dei parametri e del processo di stampa tramite webcam,
  • File Manager, per il caricamento dei file Gcode e il lancio del processo di stampa.
  • Notification, un sistema di notifiche via email con cui l’utente viene informato riguardo il funzionamento della stampante.
  • Wifi configuration, dotandosi di chiavetta WIFI (compatibili: Realtek RTL8188EU o Realtek RTL8192CU) è possibile utilizzare la stampante con connessione wireless.

 

Sharebox42

Funzionalita’

Sharebot 42 può utilizzare ugelli di diverso diametro (0.4 montato di serie e 0.8) intercambiabili tra loro.

 

Sostituzione

ATTENZIONE : Sostituendo l’ugello si modifica inevitabilmente la distanza probe-ugello ed quindi consigliabile aumentare l’offset probe dal menù per evitare danni e togliere il piano magnetico.

L’ugello va sostituito senza il filo al suo interno e da freddo.

Per rimuovere l’ugello pre-assemblato, utilizzare la chiave in dotazione, svitando in senso antiorario. Utilizzare una chiave da 17mm per bloccare la parte riscaldante in ottone (posta immediatamente sopra all’ugello) in modo che non vada a toccare i cavi presenti.

A questo è possibile montare il nuovo ugello, sempre facendo attenzione a non toccare i cavi, tenendo fissata la parte in ottone. Si consiglia di utilizzare come riferimento il logo Sharebot: esso dovrà sempre essere sulla destra.

Prima di avviare il successivo processo di stampa, si consiglia di aumentare l’offset probe di almeno +0.5.

Risoluzione problemi

Non viene rilasciato materiale sul piano di stampa

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Il parametro di offset del Probe non è impostato correttamente e l’ugello tocca il piano. La temperatura raggiunta dall’estrusore non è corretta per il materiale impiegato. Il piano di stampa è stato avvicinato troppo all’estrusore. Il cilindro godronato non traina adeguatamente il filamento. Dal display modificare il parametro che regola la distanza di offset del Probe. Regolare la temperatura di estrusione, nel software di slicing o dal display durante il processo di stampa. Regolare le tre viti sotto il Carrello Z. Sostituire il cilindro godronato.

Il Carrello Z non si abbassa e la stampa avviene tutta sul primo layer.

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Il modello realizzato tramite CAD non è stato esportato correttamente o presenta una geometria non chiusa (not-manifold). Il motore passo-passo dell’asse Z non funziona. Tornare al software CAD e controllare le caratteristiche del modello poligonale e l’esportazione del file .STL. Far sostituire il motore passo-passo in assistenza tecnica.

Il materiale depositato è scarso (stampa magra).

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
I valori dei parametri di alimentazione del materiale di stampa sono errati. L’ugello è intasato. Il cilindro godronato non traina adeguatamente il filamento. Nel software di slicing utilizzare i parametri dei profili forniti da Sharebot per diminuire l’estrusione di materiale. Utilizzare lo sblocca ugello per rimuovere l’otturazione. Sostituire l’ugello. Sostituire il cilindro godronato.

Il materiale depositato è abbondante.

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
I valori dei parametri di alimentazione del materiale di stampa sono errati. Il filamento utilizzato è troppo grasso e si rigonfia una volta estruso. Nel software di slicing utilizzare i parametri dei profili forniti da Sharebot per aumentare l’estrusione di materiale. Utilizzare bobine testate da Sharebot srl.

Il materiale depositato durante la lavorazione del primo layer si stacca dal piano di stampa.

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
l parametro di offset del Probe è troppo alto Il piano riscaldato non è alla temperatura corretta per il materiale impiegato. Il piano di stampa è sporco e potrebbe necessario aggiungere uno strato di lacca. Se il materiale di stampa è ABS, controllare che il piano riscaldato abbia raggiunto la temperatura impostata. Controllare che il cavo Cannon quadripolare sia collegato. Pulire il piano di stampa e/o le superfici aggiunte.

Il processo di stampa inizia ad un layer successivo al primo e il filamento viene rilasciato nel vuoto.

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Nel software CAD, la base del modello non poggia sul piano di costruzione (Z=0) Nel software CAD, posizionare il modello correttamente sul piano (operazione consigliata). Nel software di slicing, posizionare il modello sul piano di stampa virtuale.

 

 

 

 

La stampa si interrompe

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Il sensore di movimento del filamento non rileva movimenti Il canale di scorrimento in Teflon™ è intasato. La bobina è montata in maniera non corretta (in senso orario). Il filamento è accavallato sulla bobina. La macchina è nella condizione di cambio filamento, in attesa di un’azione dell’operatore. Sostituire il filamento o agevolare lo scorrimento nella zona del sensore. Modificare l’orientamento della bobina con svolgimento del filamento in senso antiorario(dal basso verso l’alto). Recuperare il filamento fino alla bobina con la procedura completa di cambio filamento e controllare l’accavallamento del filamento.

 

 

 

 

Le geometrie realizzate non corrispondo a quelle progettate.

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Il Gcode non è corretto Scorrimento difficoltoso e cigolio accentuato nel movimento lungo gli assi X e Y. Cinghie usurate o lasche. Controllare il risultato della procedura di slicing ed eventualmente cambiare parametri. Pulire e lubrificare gli assi. Portare la macchina in assistenza tecnica per la sostituzione le cinghie.

 

 

 

 

Il materiale di stampa viene depositato lungo gli assi X e Y, traslato rispetto al disegno originale

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Un motore passo-passo degli assi X e Y perde passi. La puleggia non è ben stretta sull’asse del motore. Portare la macchina in assistenza tecnica per la sostituzione del motore passo-passo. Stringere il grano della puleggia.

 

 

 

 

Sono visibili spazi nella parte superiore (TOP) del modello

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
Il parametro TOP nel software di slicing non determina una chiusura adeguata del modello. Il parametro INFILL nel software di slicing crea una trama di riempimento troppo ampia. Il materiale non viene estruso adeguatamente. Nel software di slicing, aumentare il valore del parametro TOP che determina gli strati della chiusura superiore del modello. Nel software di slicing, aumentare la percentuale del parametro INFILL per rendere più fitta la trama di riempimento del modello. Controllare che l’ugello non sia intasato.

 

 

 

 

Tra gli elementi del modello ci sono dei residui di filamento (fenomeno dI OOZING)

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
I valori dei parametri DISTANZA e VELOCITÀ di ritrazione del filamento consentono colature di materiale. La temperatura dell’estrusore è troppo elevata Nel software di slicing, aumentare i valori dei parametri DISTANZA (o LUNGHEZZA) e VELOCITÀ che determinano la ritrazione del filamento tramite il motore dell’estrusore. Nel software di slicing, diminuire il valore del parametro TEMPERATURA ESTRUSORE per evitare colature di materiale. Controllare il funzionamento della ventola di raffreddamento.

 

 

 

 

Nelle parti più piccole del modello il materiale deposito di filamento non mantiene la forma e si scioglie.

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
La temperatura o la velocità di stampa hanno valori troppo alti e il modello stampato si surriscalda. Nel software di slicing o dal display della macchina, diminuire il valore del parametro TEMPERATURA ESTRUSORE e VELOCITÁ

 

 

 

 

Tra due pareti esterne del modello ci sono aree che non vengono riempite dal deposito di filamento.

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE
L’ugello ha un diametro troppo grande rispetto al dettaglio dell’area. Nel software di slicing, selezionare il parametro che impone di riempire anche le aree molto piccole (in alcuni software: comando GAP FILL). Sostituire l’ugello con uno di diametro in uscita inferiore.

 

 

 

 

La stampante avvia un cambio filamento senza che le sia stato dato il relativo comando

 

 

 

 

POSSIBILE CAUSA (SOFTWARE) POSSIBILE CAUSA (HARDWARE o MECCANICA) SOLUZIONE FOTO
Il filamento all’interno della bobina o della guida si è accavallato. Il filamento ha ostruito l’ugello. La vite di regolazione del sensore di scorrimento non è avvitata correttamente. Agevolare lo scorrimento del filo in prossimità del sensore. Utilizzare i kit sblocca-ugello per rimuovere eventuali eccedenza di materiale dall’interno. Regolare la vite, avvitando o svitando fino a permettere lo scorrimento ottimale del materiale.troubleshooting

 

 

 

SUPPORT FORM

Policy

Nel caso si dovesse far rientrare in azienda la vostra stampante per una riparazione il supporto tecnico vi assegnerà un numero di pratica di rientro e fornirà tutte le informazioni aggiuntive necessarie.

Attenzione l’imballo deve essere quello originale pena decadenza della garanzia

Al ricevimento i nostri tecnici valuteranno se il problema deriva da un malfunzionamento, in questo caso la riparazione verrà effettuata in garanzia gratuitamente, oppure da un uso improprio o dall’utilizzo di materiali non da noi certificati, in quest’ultimo caso provvederemo a fornirvi un preventivo per richiedere il vostro consenso alla riparazione. Per le stampanti fuori garanzia potrà essere richiesto un costo per il preventivo di ispezione.

La risoluzione dei problemi è un’attività molto importante per noi e per poterla mettere a frutto è necessario condividere le esperienze, le soluzioni e i problemi.

 

 

Il Supporto Tecnico Sharebot fornisce assistenza professionale su tutte le stampanti 3D e i materiali di stampa 3D prodotti e distribuiti dall’azienda. Compila il form sottostante per contattarci e segnalare eventuali problemi o criticità.

Il nostro team di esperti ti contatterà entro 3 giorni lavorativi.


Nome e cognome (richiesto)

Indirizzo email (richiesto)

Seleziona il prodotto (richiesto)

Serial Number (richiesto)
Si trova nella parte posteriore della stampante.

Materiale utilizzato

Allega un immagine o uno screenshot del problema

Soggetto (richiesto)

Messaggio (richiesto)