I materiali di stampa 3D sono uno dei componenti fondamentali per lo sviluppo della tecnologia. Ogni campo d’applicazione e ogni professionista ha necessità specifiche e l’utilizzo di un filamento piuttosto che di un altro influisce sul risultato finale.

Si tratta di un problema cruciale nel mondo della prototipazione rapida. Aziende e professionisti hanno bisogno non solo di “vedere” il pezzo, ma di testarlo e provarlo in condizioni simili a quelle in cui il pezzo finito verrà poi utilizzato. In caso come questi è necessario un materiale tecnico, che possa garantire affidabilità meccanica e facilità di utilizzo: il Nylon Carbon.

Nylon-Carbon: caratteristiche

Il Nylon Carbon è un materiale composta da Nylon e Carbonio. Gli oggetti stampati sono di colore nero e ruvidi al tatto e facilmente lavorabili in post-produzione (come vedremo nel test successivo). Le caratteristiche tecniche di questo materiale, che si stampa a 240° con piatto a 30° applicando solo del fissante, sono uniche: il nylon gli conferisce grande resistenza, mentre il carbonio lo rende leggero, più rigido e stabile da stampare.

Una delle sue peculiarità è la resistenza alle torsioni, che rende il materiale perfetto per realizzare oggetti meccanici in grado di resistere a grande pressione. Nella foto qui sopra possiamo vedere una mezza turbina stampata in 3D con Sharebot XXL. Usando questo materiale si riesce a realizzare un prototipo funzionale e funzionante, adatto per essere testato in condizione di stress come se fosse un pezzo stampato in maniera tradizionale. Nello specifico questo tipo di turbina è quasi impossibile da realizzare con la stampa ad iniezione e solo utilizzando la prototipazione rapida tramite la stampa 3D si può ottenere un modello adatto ai test di resistenza meccanica.

  • Stampante 3D
    Sharebot XXL
  • Filamento
    Nylon Carbon
  • Peso
    140g
  • Costo dell’oggetto
    €12
  • Tempo di stampa
    9 ore

Test di resistenza termica

Una delle domande più frequenti che ci viene fatta: “quale resistenza termica ha il Nylon Carbon?”
Per dare una risposta. i ricercatori del reparto R&D hanno deciso di testare il materiale per verificarne la tenuta ad alte temperature stampando un sistema meccanico funzionale composto da cilindro e rotore (stampati separatamente e poi montati). Questo sistema solitamente è realizzato in metallo (con costi e tempi superiori rispetto a quelli necessari per stamparli in 3D).

Verificata la tenuta meccanica del pezzo “a freddo” (il rotore ruota all’interno del cilindro), è stato dato il via al test scaldando esternamente il cilindro per portarlo a 160°C; il rotore interno ha raggiunto una temperatura tra i 90°C e i 100°C: è importante notare come durante il test lo stesso rotore sia stato tenuto in rotazione.

La foto qui sopra si riferisce al sistema già scaldato. Si può notare come il pezzo non sia stato danneggiato dal test: non si è deformato e le resistenze meccaniche sono intatte. Nel caso in cui ci fosse stata una deformazione dell’oggetto, non sarebbe più possibile muovere il rotore all’interno del cilindro.

Due casi che spiegano perfettamente che utilizzo può avere il Nylon Carbon come materiale per la prototipazione rapida in qualsiasi flusso di lavoro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.