Proudly made in Brianza with ❤

Create His-Story

Create His-Story

Istituto Marangoni e Cappellini hanno lanciato una nuova sfida ai giovani progettisti di tutto il mondo: immaginare figurine decorative in ceramica o porcellana, elementi decorativi riletti in chiave contemporanea. Il tema del contest si ispira al protagonista di “Utz”, romanzo del celebre scrittore austrialiano Bruce Chatwin, che narra la storia di un collezionista di figurine di porcellana che affronta numerosi pericoli per salvare la sua collezione.

II migliori progetti selezionati dalla giuria, “Awaken the Giant” di Malika Dzhamaldaeva, e “Sweet Neighbor” di Bibimariyam Mussakhanova, sono stati fedelmente riprodotti con le stampanti 3D Sharebot. Nel caso di “Awaken the Giant” è stata utilizzata una stampante 3D con tecnologia DLP; nel caso del progetto “Sweet Neighbor” è stata utilizzata tecnologia a deposizione di filamento (FFF).

 

 

Awaken the Giant

Una figurina accovacciata che ricorda la celebre posa di John Lennon dell’iconica fotografia di Annie Leibovitz per la copertina di Rolling Stones poche ore prima della sua morte e un corpo statuario che rimanda al David di Michelangelo, sono i riferimenti iconografici a cui la figurina si ispira. Al centro del progetto si cela una profonda riflessione sulle condizioni estreme che migranti e rifugiati sono costretti ad affrontare nel viaggio verso l’Europa.

Il progetto, ideato da Malika Dzhamaldaeva, è stato realizzato con una stampante 3D con tecnologia DLP, Sharebot Spirit. Spirit permette di raggiungere un’altissima definizione di stampa ed è stata utilizzata per la possibilità di dare forma con la massima precisione al concept della designer, in gran parte basato sulla capacità espressiva ed emotiva del soggetto. La risoluzione di stampa è di 50 micron con resina SHARE-LO, resina fotosensibile general purpose.

 

 

Sweet Neighbor

Lasciandosi ispirare da un racconto di Isaac Asimov, Sweet Neighbor è un progetto dove l’utilità incontra la fantasia. Si tratta di un sottotazza in porcellana dalla cui base si erge una figurina che ricorda un piccolo pupazzo di zucchero. La forma del piattino fa pensare ad una pozzanghera. É il calore della tazzina che a contatto con lo zucchero la trasforma.

 


 

Sharebot, collaborando con Istituto Marangoni, ha realizzato il prototipo del progetto utilizzando la stampante 3D professionale Sharebot 42. Viste le caratteristiche dimensionali (massima estensione di circa 200 mm e altezza inferiore ai 150 mm come richiesto dalle consegne del concorso Create-His-Story) è stato scelto il PLA-S con profilo SHarebot HQ, layer 0.1 mm.

 

Le stampanti 3D

SHAREBOT SPIRIT

Sharebot SPIRIT utilizza la tecnologia DLP, ovvero la proiezione di un immagine UV su una resina fotosensibile. Veloce, precisa, lo strumento ideale per realizzare modelli con superfici lisce
dettagli incredibili.

Il proiettore UV integrato proietta un immagine sulla resina fotosensibile (Sharebot Spirit utilizza la resina general purpose SHARE-LO) che solidifica.

Grazie al movimento verticale dell’asse Z della stampante il processo si ripete layer dopo layer fino a generare l’oggetto. Questo procedimento consente di avere superfici lisce e levigate in poco tempo: la rapida polimerizzazione e solidificazione della resina riduce drasticamente il tempo necessario a realizzare un modello.
MAGGIORI INFORMAZIONI

 

SHAREBOT 42

Sharebot 42, stampante 3D professionale di quarta generazione, utilizza la tecnologia FFF (Fused Filament Fabrication) per realizzare prototipi e modelli di alta qualità e precisione alla massima velocità di stampa.

Il sistema di autocalibrazione dell’innovativo piano di stampa magnetico rimovibile consente al professionista di iniziare a stampare appena la stampante 3D Sharebot 42 è collegata alla rete.

Grazie alla webcam integrata e alla connettività web, Sharebot 42 permette di gestire il processo di stampa da remoto con una semplice interfaccia compatibile con ogni device. Il sensore di presenza e controllo del filamento permette di bloccare la stampa in caso di esaurisca la bobina.
MAGGIORI INFORMAZIONI

 

0 Comments

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>