Il nuovo Easy Detach System di Sharebot 42 e Sharebot Q, le stampanti 3D professionali Sharebot, è lo speciale piano magnetico ideato per rimuovere l’oggetto dal piano di stato in modo semplice, senza danneggiare l’oggetto o utilizzare altri strumenti.

Caratteristiche

Realizzato con una concezione innovativa, Easy Detach System offre la massima aderenza del modello al piatto grazie alla superficie liscia e trattata per una perfetta tenuta. L’elasticità e la durevolezza ne fanno un prodotto affidabile e resistente all’usura.

La grafica semplice e chiara e le grandi dimensioni (che vanno oltre le dimensioni dell’area di stampa utile) facilitano l’orientamento del piano sul piatto in metallo della vostra stampante 3D. Anche il colore grigio tecnico, è pensato per ottimizzare la vostra user experience, garantendo la massima visibilità dei primi layer degli oggetti stampanti.

Quando si sostituisce il vecchio piano magnetico con il nuovo Easy Detach System di Sharebot, è necessario misurare l’eventuale differenza di spessore rispetto al piano magnetico in uso e aggiornare il valore di offset probe con la differenza di spessore riscontrata. E’ fondamentale a riguardo consultare le pagine di supporto di Sharebot 42 e Sharebot Q prima di procedere all’utilizzo del vostro nuovo piano magnetico.


Utilizzo

Prima di utilizzarlo, è necessario pulire accuratamente sia la parte inferiore del piatto magnetico (quella che aderirà al piano) che il piano in metallo per eliminare ogni impurità o residuo, in modo tale che non ve ne siano tra le due superfici; questo garantirà una stampa su superficie uniforme, evitando contemporaneamente di “segnare” e rovinare il lato magnetico.

Easy Detach System non richiede l’utilizzo di un fissante per far aderire il modello al piano di stampa: sia il PLA-S che l’ABS-HF (i due principali materiali di stampa 3D) aderiscono perfettamente al piatto, garantendo la massima presa sui primi layer. Si consiglia di utilizzare uno spray solo per il NYLON-CARBON: in questo caso è necessario applicarne uno strato omogeneo e abbondante.

Data la grande aderenza garantita da “EDS”, una volta terminata la stampa la rimozione del modello dal piano dovrà essere eseguita con particolare cura: rimuovere il piano magnetico dal piano metallico applicando una forza sia su un lembo del piatto sia sull’oggetto stesso, sollevando entrambi.

Questa precauzione preserverà il piatto di stampa, che rischierebbe di strapparsi per l’effetto ventosa generato dalla superficie del modello stampato. Una volta rimosso dalla stampante, basterà sollevare il modello dal piatto.

Per pulire il piano magnetico e rimuovere eventuali residui di filamento, si consiglia di utilizzare una spatola (facendo attenzione a non segnare il piano) oppure di strofinarlo con dell’acetone.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.