5 anni di sharebot 3d printers

Pensare a un bilancio ancora più positivo è davvero difficile: la festa per i primi 5 anni di Sharebot si è rivelata un successo. Anzi, un enorme successo, a testimonianza dell’affetto e del sincero interesse nei confronti di Sharebot.

Al Polaris Indian Cafè di Carate Brianza (MB), il luogo che ha ospitato il grande party, sono accorse quasi 200 persone tra ospiti, amici, dipendenti, soci, clienti entusiasti, giornalisti. Tutti accomunati dall’entusiasmo e dalla voglia di festeggiare insieme un grande traguardo per il mondo dell’impresa brianzolo. Sharebot, infatti, raggiunto il quinto anno di età, non è più una startup. E considerato il dato svelato dal socio tedesco Dr. Wolfgang Mühlbauer (CEO di DMG Dental) durante il suo intervento, ovvero che solamente il 30% delle startup riesce a superare lo scoglio del quinquennio di vita, non possiamo che esserne orgogliosi.

Sul palco, davanti a una platea che ha dispensato applausi per tutti i relatori introdotti e presentati dal dipendente di Sharebot più giovane, il 19enne Sergio Passador, si sono susseguiti – oltre al Dr. Mühlbauer – il presidente di Sharebot Andrea Radaelli, il primissimo dipendente Mirko Fumagalli, il co-fondatore di Sharebot Padova Andrea Pirazzini, l’affezionato cliente Paolo Sabbioni che produce archi olimpici e paralimpici prototipando con Sharebot, e poi ancora il Dr. Roberto Filipelli (Cloud & Infrastructure – Partner Tech Lead Microsoft Western Europe), il Dr. Vito De Laurentis (Senior Auditor BDO), i Professori Michele Laus e Sergio Nava (designer e Program Leader Istituto Marangoni), il Dr. Stefano Fumagalli (vicepresidente Giovani Imprenditori Confindustria) che ha parlato di Fabbrica 4.0 in Brianza e il fondatore di TheFabLab Massimo Temporali che ha raccontato il curioso aneddoto “Io, Sharebot e una bicicletta”.

Per ultimo, prima dell’esibizione di danza di Ivan Errante, è salito sul palco il CEO di Sharebot, Arturo Donghi, per un toccante discorso di ringraziamento e per fissare gli obiettivi futuri della maggior azienda italiana che produce stampanti 3D professionali.

Nel corso della serata, proseguita con buona musica, un rinfresco luculliano e un brindisi accompagnato dal taglio della torta (su cui era impresso il logo di Sharebot in puro cioccolato!) è stato inoltre premiato José Israel Vega Perez, vincitore del concorso ‘Vinci una Rover’, che è tornato a casa con la nuova stampante 3D a resina come ‘bottino’.

Ci aspettavamo che tutto andasse per il meglio. Ma un successo del genere era davvero inimmaginabile. E per questo dobbiamo sinceramente ringraziare tutte le persone che hanno partecipato e che ci hanno messo anima e cuore per la riuscita di questa grande festa. Ci rivediamo per il 10° compleanno!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.